domenica 12 aprile 2015

d:poesia



Georgia O'Keeffe





"Sfasciami il cuore, o Dio in tre persone;

 perché tu finora solo bussi, aliti, risplendi e 

cerchi di guarire;

perché mi alzi e stia in piedi, buttami giù e piega la tua forza per 

spezzarmi, dissolvermi, bruciarmi e farmi nuovo.

 Io, come città usurpata, schiava di un 

altro, mi sforzo per farti entrare, ma, ahimè, senza riuscirci.

 La ragione, in me tuo viceré, 

difendermi dovrebbe, ma è prigioniera, e si rivela debole o infida.

 E tuttavia teneramente 

t'amo, e amato vorrei essere, ma fidanzato sono al tuo nemico: 

divorziami, sciogli, o spezza

quel nodo ancora, legami a te, imprigionami, perché io se non mi rendi schiavo,

 mai libero 

sarò, né casto mai, se tu non mi violenti".



John Donne