mercoledì 30 settembre 2015

Chi semina racconta




 "Chi semina racconta"  è un progetto che mira alla formazione di ragazzi e giovani donne in condizione di disagio e a rischio marginalità e, attraverso l'agricoltura sociale, diverranno protagonisti della valorizzazione di un bene confiscato alla mafia e quindi di un percorso di legalità.

 La sede del progetto sarà l'area dell'immobile confiscato alla mafia di San Giuseppe Jato, (il centro ippico dove la mafia uccise con l'acido il piccolo Di Matteo) ora gestito dalla cooperativa Placido Rizzotto (ente capofila del progetto).

Il progetto è finanziato, dalla presidenza del Consiglio dei Ministri e realizzato dalla cooperativa sociale Placido Rizzotto, Libera Palermo, Orizzonte Donna onlus e dalla Rete delle Fattorie sociali Sicilia. Tutti i partecipanti al progetto vivono nel territorio di San Giuseppe Jato dove per anni c'è stata una forte presenza della mafia.

martedì 29 settembre 2015

A Napoli apre la prima libreria gratuita

video



















L'avevamo detto che Il cubo è punto di partenza e mai d’arrivo, è potenza inespressa, pericoloso carcere dello spirito.
e la nostra libreria ha trovato una nuova residenza grazie alla Associazione Giffas che ha dato fiducia al progetto.


La sede della libreria gratuita: LibriLiberi in movmento




giovedì 24 settembre 2015

d:video







Martedì 22 settembre,  al Teatro Alessandrino, è andato in scena lo spettacolo Café Jerusalem, con gli attori Carla Peirolero, Pino Petruzzelli e con i Radioderwish e le loro musiche originali.  L’evento organizzato dall'associazione di volontariato "L'Ulivo e il Libro", fondata nel 2009 da don Walter Fiocchi, con obiettivo di  favorire la cultura della Pace, il rispetto dei Diritti Umani, la nonviolenza e la solidarietà.
È la storia d'amore tra Nura, palestinese di fede cristiana, e l'ebreo Moshe (Pino Petruzzelli): un amore che diventa paradigma per raccontare una città intera e un pezzo di storia che continua ad essere ancora oggi. Lei lavora in un Café, con tutta la famiglia. È già sposata - un matrimonio imposto dai costumi tradizionali - delusa eppure viva; lui passa per caso davanti al locale e, pur accortosi di lei, non la guarda quasi mai. Ed è in quel quasi che si gioca il tutto, la forza di una amore proibito che li sorprende e il travolge. 
 http://www.alessandrianews.it



lunedì 21 settembre 2015

Contaminarte si Nottetempoblog in una “Lotta di Classico”




Una strana unione è nata nel mondo dei blog, due blogger – uno che vive a Genova e l’altro a Napoli – si sono per caso incontrati nel web ed hanno scoperto di avere in comune tantissime cose.

Innanzitutto sono entrambi napoletani, curano un blog, entrambi sono appassionati di arte, cultura in genere, entrambi si occupano di sociale ed entrambi conducono trasmissioni radiofoniche su web-radio.

 L’intesa è stata istantanea e a quel punto si sono detti: perché non uniamo le nostre passioni comuni e condividiamo bellezza?

Così è iniziato un cammino comune, il progetto di una Community, quella della Rete Cento Passi che sta prendendo forma a Genova grazie all’impegno di Livia Napolitano e che l’ha portata a cercare un gemellaggio con la sua città di origine, Napoli, ed ad incontrare Luigi Tufano.

Luigi i suoi passi per condividere la bellezza li fa su due ruote ed insieme hanno cominciato a contare.
La conta dei passi di diversa forma li ha portati fino a Casal di Principe in una casa confiscata ad un boss della camorra oggi sede del progetto 3R_Rinascita di First Social Life, lì dove la luce vince l’ombra.


 Lì hanno raccolto le testimonianze dei ragazzi “Ambasciatori della Rinascita”. Un incontro che li ha emozionati, riempiti di speranza ed entusiasmo e senza batter ciglio, hanno deciso di rispondere al loro appello : “diventa parte della rinascita”


 Nota: La mostra è stata prorogata e resterà aperta fino al 13/12/2015


Le testimonianze raccolte faranno parte di uno speciale che andrà in onda prossimamente su  Radio CentoPassi nella nuova trasmissione “100PASSI+1 IL TUO” ideata da Livia Napolitano.
Inoltre a loro sarà dedicato il secondo numero della rivista “Lotta di Classico” a cura di Massimo Sannelli, scrittore e attore.

E questo è solo l’inizio. La community si prefigge lo scopo di diffondere la cultura della legalità promuovendo la cittadinanza attiva, dando spazio a diverse espressioni artistiche, realizzando ad esempio mostre fotografiche, inizialmente nelle due città che vedranno artisti Genovesi esporre le loro opere a Napoli e viceversa, per poi estendersi altrove.

 
Organizzeranno presentazioni di libri, serate di musica e poesia. Un fermento, un brulicare di idee non dimenticando l’impegno sociale per mostrare nuove visioni, nuove emozioni.

In sostanza UNA ARTERNATIVA!





domenica 20 settembre 2015

d: poesia





Sciami neri sciami gialli
vissuti sempre in baracche
sotto la buona spinta
levatevi in massa, sciamate!

Sono sciami di colore
turbe straccioni paria
a miriadi riempiono l'aria
cadono a frotte e abbattono

le vacche grasse.
(1960)


Nelo Risi
 (21 aprile 1920, Milano - 17 settembre 2015, Roma )

giovedì 17 settembre 2015

d : video




Heart of a Dog (Usa, 2015, doc) di Laurie Anderson; con Laurie Anderson.
Il film è una meditazione sulla vita e sulla morte, un racconto di 'storie' fra  riminiscenze d’infanzia, riflessioni sui sogni, citazioni di Wittgenstein e Kierkegaard, molti consigli del venerato maestro di Tai Chi . Di Lou Reed si vede poco , ma spiega  Laurie Anderson "il suo spirito è molto presente. Volevo fare qualcosa che fosse un omaggio ma anche rispecchiasse una parte della sua personalità, volevo riflettere sulla sua energia".  


domenica 13 settembre 2015

d: poesia



Testa di Artemide. Marmo, 350-300 a.C. ca. 
da Brauron. Museo Archeologico di Brauron.



Artemide

Con la freschezza del vento la vergine è scesa dal cielo:
la luce torna sopra la terra.
Si inoltra veloce nel bosco
e ovunque balena la veste d’argento
è come un frusciare di acque da polle improvvise.
Fremono erbe e cespugli
irradiando gioia di stille lucenti,
ma come in sogno le altissime cime ondeggianti
perdutamente ricercano in cielo
la piccola falce
splendente sulla fronte divina.
Odora tutta la terra.
Distante ormai suona
il latrare dei cani;
risponde per i limpidi spazi
l’eco
dalle montagne laggiù
quietamente fulgenti di neve

 Elena Bono




giovedì 10 settembre 2015

d:video


"Se riesci a immaginare una cosa a metà fra il genere del videogame e quello del film, ecco, è quello. È un po’ come una storia vivente, io la chiamo ‘smart-story’, non perché sia intelligente, ma nel senso di uno smartphone o di una smart house, cioè un telefono o una casa, concepiti non come oggetti inerti ma come organismi. Immagina una storia che vive di vita propria, non una vita metaforica ma una vita vera, e che quindi può cambiare leggermente la propria sceneggiatura, può modificarsi e lasciare spazio alla casualità, proprio come un organismo nella vita reale può accogliere in sé la casualità. È una narrazione che ha la capacità di automodificarsi." Ian Cheng


mercoledì 9 settembre 2015

Libertina



Oggi vi racconto il sogno di Giovanni, un 47enne siciliano, con problemi di vista “Un sogno iniziato in un campeggio al mare – ci racconta - dove c’era una zona con tutte roulotte dismesse. Allora ho pensato a come sarebbe stato bello averne una e darle vita. E così ho fatto. A luglio 2014, quando è scaduto l’ultimo contratto con Feltrinelli – continua – ho iniziato a cercare una roulotte che potessi trasformare in libreria. E’ stata una ricerca lunga – ci spiega – perché mi serviva una roulotte che non avesse bisogno di grandi modifiche. Per ristrutturare una roulotte servono infatti procedure burocratiche e autorizzazioni varie, proprio come per ristrutturare una casa. Finalmente, in un concessionario di Palermo, ho trovato quel che faceva al caso mio”. 
Così è nata " Libertina Libreria Itinerante". A quel punto, “ho iniziato a contattare le case editrici che già conoscevo e girare per le fiere nelle diverse città. Ho selezionato i libri uno per uno – racconta – scegliendo quelle piccole grandi case editrici per l’infanzia, che hanno un’attenzione particolare alla visione del bambino. Naturalmente, non ho potuto non pensare ai bambini che hanno problemi di lettura, per disabilità visive o disturbi dislessici: e quindi mi sono procurato quelle collane che prestano particolare cura nella scelta della carta, delle illustrazioni, delle dimensioni dei caratteri e realizzano quindi libri adatti a bambini con difficoltà visive o cognitive”. 


“La roulotte è diventata davvero il posto incantato che avevo sempre immaginato: basta salire quel gradino e si entra in un luogo pieno di magia. Io faccio fatica a leggere e confesso che, per essere un librario, non leggo molto, anche perché mi serve tanto tempo e, nella maggior parte dei casi, strumenti che mi aiutino. Quando i caratteri sono molto grandi, riesco a leggerli, piano piano. Qualche volta mi faccio aiutare da un amico o dalla mia compagna, oppure utilizzo ingranditori, software o audiolibri. Ma portare i libri tra i bambini e offrire a tutti, proprio a tutti, questo piacere, è quello che ho sempre sognato. Ed è quello che faccio da dicembre scorso, quando ho iniziato a spostarmi, con la mia roulotte, in varie piazze della Sicilia. Mi piacerebbe tanto guidare l’auto che porta questo prezioso carico, ma chiaramente non mi è possibile: per fortuna ci pensa la mia compagna. Ma la bellezza di stare in una piazza, magari fino a notte, aprendo la porta della roulotte ai bambini, o apparecchiando per loro, all’aperto, tavoli pieni di libri, è davvero unica. Ed è meraviglioso vedere come questa idea riscuota interesse: in tanti si avvicinano, moltissimi si complimentano. Siamo ancora all’inizio, ma questa estate mi ha riempito di fiducia: a volte ho fatto così tardi, la sera, che mi sono addormentato in roulotte e ho trascorso la notte nella mia libreria viaggiante: un’esperienza non comodissima, ma certamente preziosa. Ora ci sono tanti progetti in cantiere, tante idee e varie collaborazioni che dovrebbero nascere. Farò di tutto perché questo bel sogno continui a camminare. E vada sempre più lontano”.
Auguriamo a Giovanni che il suo sogno - ormai realtà - continui per sempre!


domenica 6 settembre 2015

d: poesia





Di tutto restano tre cose:
la certezza
che stiamo sempre iniziando,
la certezza
che abbiamo bisogno di continuare,
la certezza
che saremo interrotti prima di finire.
Pertanto, dobbiamo fare:
dell’interruzione,
un nuovo cammino,
della caduta,
un passo di danza,
della paura,
una scala,
del sogno,
un ponte,
del bisogno,
un incontro.

Fernando Pessoa

venerdì 4 settembre 2015

A Casal di Principe ci sta un museo...





A Casal di Principe è enorme il successo riscosso dalla mostra: " La luce vince l'ombra: Gli Uffizi a Casal di Principe" nel museo dedicato a Don Peppe Diana. A me preme sottolinerare (oltre alla bellezza delle opere esposte) l'impegno civile, il cambiamento di rotta dei giovani di Casale, ragazzi come quelli che vivono intorno a noi e che spesso, frettolosamente, liquidiamo come nullafacenti o peggio. Invece esistono anche questi giovani pronti a rimboccarsi le maniche ed a impegnarsi per un cambiamento radicale nel modo di pensare convinti che possono farcela che un futuro migliore può esistere ma hanno anche capito che devono essere loro in prima persona a sporcarsi le mani senza delegare nessuno!Contaminarte è al loro fianco insieme a Livia Napolitano!!!!!
































giovedì 3 settembre 2015

d: video



un estratto dello  spettaccolo "Kiss & Cry"
Musica"Les feuilles mortes" di Yves Montand