mercoledì 30 settembre 2015

Chi semina racconta




 "Chi semina racconta"  è un progetto che mira alla formazione di ragazzi e giovani donne in condizione di disagio e a rischio marginalità e, attraverso l'agricoltura sociale, diverranno protagonisti della valorizzazione di un bene confiscato alla mafia e quindi di un percorso di legalità.

 La sede del progetto sarà l'area dell'immobile confiscato alla mafia di San Giuseppe Jato, (il centro ippico dove la mafia uccise con l'acido il piccolo Di Matteo) ora gestito dalla cooperativa Placido Rizzotto (ente capofila del progetto).

Il progetto è finanziato, dalla presidenza del Consiglio dei Ministri e realizzato dalla cooperativa sociale Placido Rizzotto, Libera Palermo, Orizzonte Donna onlus e dalla Rete delle Fattorie sociali Sicilia. Tutti i partecipanti al progetto vivono nel territorio di San Giuseppe Jato dove per anni c'è stata una forte presenza della mafia.