martedì 8 aprile 2014

Hans Erni


"Ho sempre cercato di superare tutte le dottrine".
Hans Erni

Laokoon 77 10. Baum der Erkenntnis 
1977 1978 
Acrilico su pavatex, 150x205 cm 



Hans Erni,  grande visionario della pittura svizzera, è in mostra alla Pinacoteca comunale Casa Rusca a Locarno fino al 17 agosto. Testimone di un secolo di storia, Erni è  considerato uno degli artisti svizzeri più illustri ed eclettici di fama internazionale.
In mostra una selezione di una settantina di opere presentate in ordine cronologico, dagli esordi degli anni Trenta fino ai giorni nostri, che testimoniano la ricchezza stilistica e la straordinaria prolificità artistica di questo grande visionario, decano dell’arte svizzera. Erni è passato da protagonista del postcubismo (Stilleben mit Wasserkrug ) e del surrealismo (Komposition 15 e Neue Satelliten), alla sua nuova via in una sorta di realismo magico.
L’evento espositivo è curato da Rudy Chiappini con la collaborazione di Riccardo Carazzetti, direttore dei Servizi culturali della Città di Locarno,  accompagnato da un catalogo in italiano di 200 pagine, con immagini a colori di tutte le opere in mostra e contributi critici di Rudy Chiappini, Karl Bühlmann, Dora Imhof, Hans Ulrich Obrist.


Baum der Erkenntnis  1978 
 Acrilico su pavatex, 150x205 cm 


Hans Erni che nasce a Lucerna il 21 febbraio del 1909, terzo di otto figli. Dopo aver seguito apprendistati come topografo e disegnatore del genio civile, nel 1927 si iscrive alla Scuola di Arti e Mestieri di Lucerna. In seguito all’Accademia Julian a Parigi e alla Scuola di Arti Applicate a Berlino. Tornato a Parigi frequenta Arp, Brancusi, Calder, Gabo, Hélion, Kandinskij, Mondrian, Moore; è coinvolto in prima linea nella nascita dell’arte astratta aderendo al gruppo di artisti costruttivisti e surrealisti "Abstraction-Création" e, nel 1937, è tra i cofondatori dell’associazione "Allianz" e frequenta molti artisti tra cui alcuni esponenti del Bauhaus, Moholy-Nagy, Breuer, Gropius, fuggiti dalla Germania nazista.
Sviluppa un proprio stile originale, una sintesi fra l’astratto ed il figurativo, con risultati non lontani dal surrealismo, di cui costituisce un esempio il manifesto murale "Die Schweiz, das Ferienland der Völker" (Svizzera, terra di vacanza dei popoli), eseguito per l'Esposizione nazionale svizzera del 1939. Opera monumentale di 100 metri per 5 costituisce una svolta decisiva nella carriera dell’artista.
Grazie a questo lavoro Erni ottiene il primo riconoscimento ufficiale e diviene noto al grande pubblico. 
La pressione del dominio nazista in Europa lo porterà a rivolgere le sue attenzioni sulla condizione umana.
Nel corso della sua lunga attività Erni ha creato migliaia di opere: dai quadri realizzati su cavalletto agli affreschi (per la Croce Rossa Svizzera, l’ONU e l’UNESCO), dai manifesti alle litografie, dalle scenografie alle illustrazioni di libri specializzati, enciclopedie e opere letterarie, dalle ceramiche agli arazzi, alle sculture.


Hans Enri. André Bonnard e la Sfinge, tempera su tela. 


Hans Erni
dal 5 aprile al 17 agosto 2014
Casa Rusca - Pinacoteca comunale - Locarno
info : www.locarno.ch
www.verkehrshaus.ch - www.hans-erni.ch