domenica 9 novembre 2014

d: poesia


foto di Bahman Farzad


Adesso che cosa vedi?
Globi rossi, gialli, viola.

Un momento! E adesso?
Mio padre e mia madre e le mie sorelle.

Bene! E adesso?
Cavalieri in armi, donne bellissime, volti gentili.

Prova questa.
Un campo di grano - una città.

Molto bene! E adesso?
Una giovane donna con angeli che si chinano su di lei.

Una lente più forte! E adesso?
Molte donne con occhi luccicanti e labbra socchiuse.

Prova questa.
Solo un bicchiere su un tavolo.

Ah, capisco. Prova questa lente!
Solo uno spazio aperto - non vedo niente di particolare.

Bene, adesso!
Pini, un lago, un cielo estivo.

E’ già meglio. E adesso?
Un libro.

Leggimi una pagina.
Non posso. I miei occhi vanno oltre la pagina.

Prova questa lente.
Abissi d’aria.

Eccellente. E adesso?
Luce, solo luce, che fa di qualsiasi cosa sotto di sé
un mondo giocattolo.

Molto bene, gli occhiali li faremo così.


Dippold l’ottico.
di Edgar Lee Masters
(traduzione a cura di Fernanda Pivano)