martedì 2 dicembre 2014

Andrea Casillio - writer in sedia a rotelle




Andrea Casillio in arte Kasy23, 33 anni  primo writer italiano disabile. Era il 2005 quando un’infezione fulminante del midollo osseo, di origine sconosciuta, nel giro di una notte gli ha tolto la possibilità di camminare sulle proprie gambe, Così Andrea è  diventato un writer di professione,  tiene corsi per ragazzi e realizza graffiti su commissione per le amministrazioni locali, gli oratori, le scuole, per eventi e manifestazioni. 
"La passione per i graffiti  nasce da quando ero bambino. E’ stato come un sogno vedere questi colori che comparivano sui muri della città, chiedersi da dove arrivavano, chi erano queste persone sconosciute che vagavano nella notte per fare questi lavori. Questa mia curiosità, questo mio interesse è stato così grande che da quel giorno ho cominciato una ricerca su come potermi avvicinare a questo mondo…Ho incontrato un mio compagno di scuola che li faceva e da lui ho cominciato a farmi dare le prime dritte e da quel giorno ho preso in mano questa bomboletta e non l’ho più mollata".




I suoi lavori si possono ammirare a Bergamo- alla stazione di Chiuduno  o sui muri del carcere di Bergamo, dove ha dipinto i personaggi del cartone “Up”.   Molte le opere di Andrea Casillo sono esposte in  mostre e fiere, come il Motorshow di Bologna.
"A volte ho la schiena a pezzi dopo aver lavorato, oppure faccio fatica a trovare luoghi accessibili ma riuscire a dipingere nonostante il trauma fisico mi ha dato una grande forza. Spesso dipingo su tele che poi vengono appese in alto, è molto stimolante questo perchè mi sembra di arrivare lì dove fisicamente non sarei mai arrivato."




fonte www.superabile.it
info : http://www.kasy23.it