martedì 29 gennaio 2013

L'Italia di Le Corbusier

MAXXI ARCHITETTURA DI ROMA
FINO AL 17 FEBBRAIO
















Architetto, scultore e pittore, maestro del Movimento Moderno, Le Corbusier, senza dubbio uno dei piu'grandi nomi del design internazionale.
In mostra a Roma circa 600 tra disegni, schizzi e acquerelli, nonchè dipinti e fotografie originali dell'epoca, a significare la stretta correlazione e influenza che l'arte italiana ebbe su tutta la sua opera.

“Il MAXXI Architettura – dice il Direttore Margherita Guccione - prosegue l'indagine su temi, forme e figure del XX e XXI secolo. In questo caso la scelta del rapporto tra Le Corbusier e l'Italia è una chiave di lettura che restituisce la poliedricità, molto contemporanea, della sua figura: architetto, urbanista, designer, pittore, scultore e homme de lettres ha letteralmente rivoluzionato il modo di pensare l'architettura investendo con la sua lezione l'intero pianeta"






Uomo di lettere amava definirsi, di certo un uomo che si è relazionato con gli artisti del suo tempo distinguendosi per l'eccezionalità del suo pensiero. Sua l'idea di "città radiosa", concetto di luce, di luminosità che molto deriva dalle opere da lui osservate in Italia dal tardo classico al rinascimento.
Le Corbusier progetto' edifici su immagine del complesso da lui realizzato a Marsiglia, in cui oltre le abitazioni, i potevano trovare negozi, palestre hotel per i parenti in visita, o scuola materna con area giochi per bambini...insomma una piccola città funzionale concepita per il confort.

la mostra dedica anche uno spazio a Le Corbusier pittore, con alcune opere che evidenziano il suo interesse per il purismo.