martedì 16 giugno 2015

Eroe per caso?






La storia di Maria Borgato merita di essere raccontata, fa parte di quelle persone "anonime" che non sono presenti nei libri di storia ed invece la sua avventura terrena andrebbe raccontata nelle scuole.
Maria nasce a  il 7settembre 1898 con una lussazione all'anca destra, dopo un intervento chirurgico, subito all'età di sei anni, resta claudicante.
Ciò, forse, rappresenta il punto di svolta nella sua vita. A causa della sua disabilità non parte missionaria in Africa, come desiderava, ma segue la regola della Compagnia di Sant'Orsola. Dopo l'armistizio da ospitalita in casa sua ai soldati che fuggivano dai tedeschi. Non solo, rimediava per loro abiti, documenti e quando poteva li aiutava ad espatriare.
Ma una persona che aveva ospitato la tradisce e il 13 marzo 1944 Maria viene arrestata insieme al fratello e alla nipote. In carcere viene torturata dai tedeschi e il 6 settembre dello stesso anno deportata a Ravensbruck. Non essendo in grado di lavorare, per la sua disabilità, viene destinata al forno crematorio e i suoi giorni finirono alla fine del mese di marzo del 1945.
A Padova, è iniziato il processo di beatificazione!Grazie Maria del tuo eroismo, della tua forza, del tuo esempio.