mercoledì 24 giugno 2015

Ivano Petrucci Pittore e Poeta



Su Ivano Petrucci Pittore e Poeta

"Ed io, che sono consapevole di riprendere l’ espressionismo astratto, lascio leggere agli osservatori il racconto che sto sviluppando tramite la tecnica e l’emozione, cercando in questo momento di evolvere ciò che definivo “Simmetrismo”. " Mi piace iniziare con questa bella citazione di Ivano, lo chiamo per nome perché è molto più giovane di me, ma con una grande vena creativa che spazia dalla pittura alla poesia. Nel passato vicende varie legate ai miei studi mi hanno portato ad essere sempre molto vicino all'arte, cosi quando ci siamo incontrati, per organizzare insieme una mostra, sono rimasto colpito da queste figure, da questi paesaggi che evocano l'antifigurativo europeo, le scuole di astrazione del futurismo, l'intensità emotiva dell'espressionismo tedesco. E poi, tutto ruota, si interseca e si sintetizza, ne escono fuori raggi di luce, figure tagliate o forme morbide e plastiche quasi perse o addormentate nella loro componente contemplativa. Così nel tempo simmetrie e plasticità si fondono come raggi di luce, sintesi di forme e colori che danno luogo ad immagini evocative di un pensiero non troppo lontano dalla realtà.
Ivano Petrucci è un'artista pittore e poeta, nato a Roma il 14/07/1988 che vive a Oriolo Romano in provincia di Viterbo e, seppur giovane, è fondatore dell’Associazione Culturale Art & Ground con con sede a Manziana ed ha partecipato negli anni a numerose iniziative artistiche e mostre personali di respiro internazionale. Tra le tante, menzioniamo una residenza artistica della durata di un mese (Maggio/Giugno 2013) presso ADAH – Abu Dhabi Art Hub, negli Emirati Arabi, dove ha inoltre realizzato un progetto di workshop delle sue opere d’arte."

Arch. Alessandro Tognazzi


Mostra personale di Pittura di Ivano Petrucci
la nuova serie “Relazioni”
Roma – Luglio/Agosto 2015







Di Ivano Petrucci
COMUNICATO STAMPA
Mostra personale di IVANO PETRUCCI “RELAZIONI”
dal 28 luglio al 2 agosto 2015
Inaugurazione, Venerdì 31 Luglio 2015, dalle ore 17.30
Lo spazio dell’ Associazione Culturale “Il Laboratorio” in via del Moro, 49 a Roma, ospiterà a partire dal prossimo 28 luglio, per una settimana, le opere della serie “Relazioni” dell’artista Ivano Petrucci. Saranno esposte 14 opere pittoriche inedite realizzate con la tecnica mista di acrilico e olio su tela. Il fil rouge della mostra sono le Relazioni, indagate dal giovane artista, con estrema sensibilità. Intese come rapporti, le Relazioni di Petrucci pongono l’accento sulle sensazioni e sui legami, nella ricerca di un’analisi di sé attraverso il mondo che ne è al di fuori.
Relazioni sono i rapporti umani, sfaccettati e complessi, e tutte quelle emozioni che emergono durante tale comunicazione, affascinante, sottile, percettiva, altre volte illusa, ma anche illusoria, a causa dai capricci dell’animo e della mente, ora maggiormente turbati da una condizione sociale precaria e confusa… In questa personale di pittura, “Relazioni” sono gli specchi del mondo e delle anime umane che riflettono, di me, immagine autentiche.” (Ivano Petrucci)
Ivano Petrucci, classe 1988 e diplomato presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, vive a Oriolo Romano, in provincia di Viterbo ed è qui che trae molta dell’ispirazione per le proprie opere. La sua è una ricerca basata sulle emozioni ed espressa con un segno molto personale, astratto ma non del tutto; espressionista. E’ fondatore dell’Associazione Culturale Art & Ground con sede a Manziana ed ha partecipato a numerose iniziative artistiche e mostre personali di respiro internazionale tra le quali menzioniamo una residenza artistica presso ADAH – Abu Dhabi Art Hub, negli Emirati Arabi, dove ha inoltre realizzato un progetto di workshop delle sue opere d’arte. In occasione dell’esposizione un ringraziamento particolare va all’ Associazione Culturale “Il Laboratorio”, al Lions Club di Bracciano Anguillara S. Monti Sabatini, a Claudio Giulianelli, pittore e fondatore dell’Associazione Mega Art di Roma, e all’ Atelier Montez di Giorgio Capogrossi, i quali hanno patrocinato l’evento; al critico Giorgio Palumbi, relatore della mostra, all’architetto Alessandro Tognazzi, che ha  redatto un testo presente nel catalogo, ed infine al Professor Moreno Bondi che ha supervisionato il lavoro pittorico dell’ Artista.