martedì 2 giugno 2015

Braccia rubate all'agricoltura




La signora Lia ed il marito Franco hanno di recente pubblicato un annuncio davvero inusuale sul sito del Consorzio della Quarantina, associazione per la terra e la cultura rurale nel genovese.
In un’epoca, infatti, dove il denaro è il re indiscusso e dove si cerca di vendere case, proprietà, terreni al prezzo più alto per potersi arricchire sempre di più questo annuncio sorprende tutti. Più che un annuncio è un appello alla creatività, alla speranza, alla vita.
Vogliono infatti cedere, gratuitamente o mediante un affitto annuale simbolico, i propri terreni per non vederli più abbandonati. Vero, forse se lo possono permettere perchè probabilmente non hanno bisogno di denaro ma chi nella loro situazione ha deciso per questa via?
Questo l’annuncio che ha dato la speranza a tanti giovani di crearsi un lavoro e di poter magari cambiare vita:

Un appello davvero meraviglioso a cui hanno risposto in tantissimi!
Sul sito di SlowFood si legge infatti che le mail allegate di progetto ecosotenibile arrivate alla signora Taddei fino ad ora sono talmente numerose che si è deciso di creare un sito con la descrizione dei terreni interessati e tutti potranno inviare un curriculum ed un progetto che verranno valutati direttamente da loro.
Questo il sito con tutte le informazioni —> ANTICHE TERRE GIOVANI PROGETTI
La signora Lia ci tiene a precisare che valuteranno attentamente tutte le proposte cercando di non far torto a nessuno!
Un’iniziativa davvero meravigliosa, una vera e propria gara di idee dove a “vincere” sarà il più sostenibile e creativo. Ma il vero vincitore, questa volta, sarà in ogni caso l’ambiente, grazie all’amore incondizionato per la vita dimostrato da questa coppia di sposi!