mercoledì 18 dicembre 2013

MAN RAY - MODELS 1920-1940


"La fotografia è un’arte. Non si dovrebbe porre questa domanda. L’arte è superata. Ci vuole qualcos’altro. Dobbiamo guardar lavorare la luce. Ė la luce che crea. Io mi siedo dinanzi al mio foglio di carta sensibile e penso". (Man Ray, 1928)






Man Ray, nato nel 1890 a Philadelphia con il nome di Michael Emmanuel Radnitzky è tra gli artisti più significativi del XX secolo, fotografo, pittore, creatore di oggetti e film sperimentali è in mostra con :
"MAN RAY - MODELS " 83 ritratti delle modelle predilette ,  in mostra  a Milano. L'esposizione si basa su un album fotografico di ritratti femminili , una sorta di personalissimo catalogo di provocanti bellezze quasi sempre rimaste anonime che Man Ray ha iniziato a comporre tornato negli Stati Uniti dopo il suo periodo Parigino.




 Tra gli scatti si potranno notare varie sue sperimentazioni e giochi visivi, ad esempio l'uso della tecnica della solarizzazione nelle fotografie che ritraggono Lee Miller.  Numerose le foto di ballerine di Can Can esotiche e di donne di cui non si conosce l'identità. L'album si chiude con una foto di una giovane in costume da bagno in posa sul balcone di quella che probabilmente era la dimora estiva del fotografo.





"La luce può fare tutto. Le ombre lavorano per me. Io faccio le ombre. Io faccio la luce. Io posso creare tutto con la mia macchina fotografica".



MAN RAY - MODELS
fino all'11 gennaio 2014
Fondazione Marconi, Milano
info: www.fondazionemarconi.org