giovedì 5 settembre 2013

VIDEO

NOS SOLITUDES- Julie Nioche
Una performance poetica e suggestiva con l’interprete che, burattino e burattinaio insieme, comanda una serie di contrappesi per volare eterea nello spazio del palcoscenico.



Julie Nioche è osteopata e coreografa. Danzatrice diplomata al C.N.S.M.D. di Parigi, è stata interprete per autori importanti come Odile Duboc, Hervé Robbe, Meg Stuart, Alain Michard, Catherine Contour, Emmanuelle Huynh, Alain Buffard, Jennifer Lacey. E’stata condirettrice fino al 2006, al fianco di Rachid Ouramdane, dell’associazione Fin Novembre. Nel 2007, con alcuni collaboratori prevenienti da contesti professionali differenti, ha creato A.I.M.E. – Association d’Individus en Mouvements Engagés. A.I.M.E. l’affianca nei suoi progetti artistici e lavora in particolar modo sulla cultura del gesto e delle rappresentazioni del corpo nel campo della danza, del lavoro sociale
e in ambito medico. Le coreografie di Julie Nioche portano la danza verso delle messe in scena semplici e plastiche, capaci di evocare stati fisici forti (cf. «XX with Alice» – 2001, «H2O-NaCl- CaCO3» – 2005, «Matter» – 2008 , «Nos solitudes» – 2010,…). I suoi lavori mettono in relazione permanente e interdipendente la danza, la scenografia, la luce e la musica, sviluppando ambienti artistici che creano una forte empatia con gli spettatori e stimolano le loro sensazioni. Julie Nioche restituisce alla danza, attraverso il suo linguaggio che alterna sensibilità e sensualità, una dimensione dimenticata di fabbrica dei corpi. Nel 2012 Julie Nioche realizza con Virginie Mira, architetto e scenografa, la pièce “Voleuse”, per quattro danzatrici e una grande elica.