mercoledì 9 ottobre 2013

Joseph Cornell e i Surrealisti a New York



Lee Miller (1907 – 1977), 
Senza Titolo (Joseph Cornell con il suo oggetto surreale …, 1932), 
vintage gelatin silver print, Ubu Gallery, New York 


"Joseph Cornell e i Surrealisti a New York" la mostra  si propone di riconsiderare l’opera di un grande protagonista dell’arte americana della prima metà del XX secolo, in rapporto ai lavori di altri artisti che ha incontrato a New York . La rassegna  si tiene al museo di Lione e si concentra sulla produzione dal 1930 al 1950 , gli anni della maturità. Tra le 200 opere esposte ci sono alcuni dei più noti collage e " shadow boxes ", scatole di legno , chiuse da un vetro ,in cui l'artista assembla in modo fantasioso e poetico  oggetti di vita quotidiana  e della natura .
La  mostra  è organizzata  in  collaborazione  con il  Fralin Museum  of Art  dell'Università  di Virginia ..


Joseph Cornell 1942


"La scatola ed il suo corollario naturale: il casellario. La scatola del resto è la forma della finestra, della porta, della stanza, della casa, del rifugio, del nascondiglio. Il casellario è il palazzo, il magazzino, l'archivio, la "memoria" nel senso dei calcolatori elettronici. La scatola è, ancora, una valva, una teca, un'urna. E' soprattutto un teatro. Un teatrino da tenere come un livre de chevet." Luigi Carluccio 




Joseph Cornell e i Surrealisti a New York
Museo di Belle Arti di Lione– Rhône
Dal 18 ottobre 2013 al 10 febbraio 2014
info: www.mba-lyon.fr