domenica 27 ottobre 2013

POESIA



 Cristina Bazolli "Alfonsina y el mar"



IO SUL FONDO DEL MARE


In fondo al mare

c’è una casa

di cristallo.

A una strada
 
di madreperle

conduce.

Un grande pesce d’oro,

alle cinque.

mi viene a salutare.

Mi porta

un ramo rosso

di fiori di corallo.

Dormo in un letto

un poco più azzurro

del mare.

Un polipo

mi fa l’occhietto

attraverso il cristallo.

Nel bosco verde
 
che mi circonda

- din don... din dan... -

dondolano e cantano

le sirene

di madreperla verdemare.

E sulla mia testa

ardono, al crepuscolo,

le ispide punte del mare.


Alfonsina Storni
Traduzione dallo spagnolo di Alessio Brandolini.


Alfonsina Storni.poetessa nata a  Sala Capriasca il 22 maggio 1892 e morta tra i flutti del Mar del Plata (Argentina) la mattina del 25 ottobre 1938, dopo aver spedito al quotidiano La Nación, la sua ultima poesia “Voy a dormir”. Alfonsina nella Buenos Aires machista dei primi decenni del ‘900 è poeta di lotta, di sentimenti che non soccombono alla morale dell’epoca e di un eros che si radica nel suo corpo di donna. Solo un cancro al seno metterà fine alla sua tenacia. Ma non sarà la malattia a sconfiggerla, con il suicidio interpreterà un ultimo atto che la vede ancora una volta protagonista delle sue decisioni.