lunedì 28 ottobre 2013

Progetto Cortili ecologici





L'abitare come azione, come ricerca di una nuova socialità, per sensibilizzare i cittadini a tutte quelle piccole buone azioni quotidiane che migliorano l’ambiente e salvano anche il portafoglio con esperienze di vita comunitaria quali le cohousing, dove i cittadini non sono passivi occupanti di luoghi, ma  soggetti attivi che scelgono le forme e i contenuti dello spazio che abitano. La Rete Italiana Cohousing ha una propria organizzazione interna  funzionale al raggiungimento degli scopi condivisi è costituita da associazioni e gruppi  spontanei e senza scopo di lucro.Ne è un esempio  la  Comunità di Capodarco   un’associazione di solidarietà  formata da varie Comunità locali che si propone di dare risposte ai problemi dei poveri e degli emarginati di tutti i continenti, con un’attenzione prevalente rivolta ai disabili. La comunità nel corso degli anni è diventata un punto di riferimento nazionale per tutti quelli che si battono per una liberazione integrale dell'individuo. (www.comunitadicapodarco.it)
Nasce  con questo  intento  il progetto  "Cortili ecologici.it" sostenuto dalla Comunità Europea e promosso da vari soggetti quali il Comune di Padova, in qualità di coordinatore, insieme a  Finabita, Legacoop, Ancc-Coop, Regione Toscana e Regione Emilia Romagna.






Il progetto  parte proprio dall’idea che gli edifici che ospitano i cittadini siano il luogo ideale dove avviare iniziative di gestione sostenibile delle risorse, riducendo consumi e spese a vantaggio di tutta la comunità. L’iniziativa  fornisce consigli su possibili azioni di risparmio da intraprendere, tra le quali ogni famiglia potrà scegliere. I consigli su come risparmiare la natura, migliorare il proprio condominio e aggregarsi in comunità si trovano sul sito www.cortiliecologici.it.
Si punta a raggiungere tremila adesioni, ma se ne contano già 580 e oltre duemila accessi al sito in una settimana. Il portale diventa un vero e proprio punto di incontro e di scambio, con notizie fornite direttamente dai partner tecnici, informazioni curiose fornite anche dagli altri utenti, forum degli utenti e tutorial su come risparmiare, fino ad avere una pagina personalizzata con il proprio piano di azione.
Si rivolge a comunità fisiche o virtuali, accomunate dallo stesso interesse per l’ecologia. Hanno aderito gli studenti del coordinamento universitario Link presenti in 16 atenei, il circuito web Banzai e Massimo Cirri, storico conduttore di Caterpillar, la trasmissione che del rispetto del pianeta ha fatto il proprio stile. Fra i sostenitori anche Andrea Segrè, il “padre” del non spreco in Italia, Diego Parassole e Claudio Batta, conosciuti al grande pubblico con Zelig, che con il loro teatro comico civile diffondono la cultura della sostenibilità in modo leggero. Il progetto si concluderà alla fine del 2014, con la premiazione dei più virtuosi in ogni categoria, gli “Eco Courts Award”.





Nostro il  compito  di  trasformare  la realtà per   creare dei nuovi modi di interazione tra il lavoro, la vita, l’ambiente e noi stessi, in un clima di onestá e amore.