sabato 16 novembre 2013

Emil Nolde – Fervore e Colore



"I colori erano la mia felicità. Era come se essi avessero amato le mie mani."Emil Nolde


Danza tra le candele, 1912


Emil Nolde – Fervore e Colore è un'ampia mostra realizzata al Belvedere inferiore in collaborazione con con il Museum Frieder Burda di Baden-Baden e la Fondazione intitolata al pittore , che propone capolavori dell'artista tedesco appartenenti alla Fondazione Ada e Emil Nolde di Seebüll, tra le opere esposte figurano  paesaggi, scene urbane di Berlino, immagini religiose ed una selezione di acquerelli della serie "Ungemalte Bilder"( quadro non dipinto), a cui Nolde si dedicò a partire dal 1941, quando venne estromesso dall'Accademia tedesca di Arti Figurative come artista degenerato. 







Emil Nolde nome d'arte del pittore e incisore Emil Hansen, nato a Nolde presso Tondern (Schleswig) il 7 agosto 1867 e morto a Seebüll (Holstein) il 15 aprile 1956, artista in bilico tra impressionismo ed espressionismo.  Nolde fece parte del gruppo Die Brücke, vera e propria comunità di artisti impegnati tra la ricerca delle proprie radici germaniche e l'amore per l'esotismo sulle tracce dell'amato Gaugain. L'ispirazione delle sue opere è di carattere visionario, e talora grottesco.
Per la sua arte, considerata dal nazismo “fonte di corruzione per l’umanità”, venne perseguitato e, solo dopo l`ultima guerra mondiale, riabilitato. Critici d’arte affermano che proprio durante gli anni di estrema solitudine artistica e personale egli abbia creato le opere migliori, tanto apprezzate in Germania e nel Nord Europa.



Gente eccitata, 1913


Emil Nolde, In Glut und Farbe
Unteres Belvedere (Belvedere inferiore),  Vienna
fino al 9 febbraio 2014
www.belvedere.at




"I colori sono vibrazioni come di campane d’argento e suoni di bronzo: annunciano felicità, passione e amopre, anima, sangue e morte."Emil Nolde