giovedì 7 novembre 2013

IVO BATOCCO - LA ROTTA DELLA SPERANZA


"Perché i confini sono tracciati sulle carte ma sulla terra, come Dio la fece, per quanto si percorrano i mari, per quanto si cerchi, si frughi lungo il corso dei fiumi e sul crinale delle montagne, non ci sono confini su questa terra." In Il Cammino della speranza, Pietro Germi, 1950.




"La rotta della speranza" la mostra  del Maestro Ivo Batocco curata da Alberto Mazzacchera, con testi in catalogo del medesimo e Arnaldo Romani Brizzi, che sarà inaugurata venerdì 8 novembre, a partire dalle ore 18:00 e alla presenza dello stesso artista. In mostra i dipinti su tela e chine di Ivo Batocco, interamente dedicati all'emigrazione italiana e sammarinese, il più grande esodo migratorio della storia moderna, dal 1876 al 1915 più di 14 milioni di italiani lasciarono l'Italia a fronte di 2,5 milioni di rientri. Nel giro di 30 anni emigrò quasi metà della popolazione italiana che nel 1900 contava circa 33,5 milioni di abitanti. Un esodo dettato dalla povertà e dalle condizione di vita insostenibili .
"L’emigrazione italiana nel recente passato ha ripercorso spesso situazioni analoghe a quelle della migrazione odierna da altri paesi, europei o extraeuropei, verso l’Italia. Simili erano i motivi che spingevano molti Italiani a partire verso altri Stati e simili i mezzi che avevano a disposizione per oltrepassare le frontiere." dal saggio “L’orda”, del giornalista Gian Antonio Stella.




Le opere di Ivo Batocco (Cingoli, in provincia di Macerata, nel 1944 raccontano il lungo viaggio della speranza cominciato prima in America e poi al nord Europa in cerca di una nuova terra promessa , descrivono le difficoltà del vivere   a causa delle diverse lingue , costumi e abitudini ,  raccontano di povertà ...
Nelle opere mostra l'artista utilizza la forza della sua pittura figurativa fatta di strati di colore sovrapposti accentuata da evidenti contrasti luminosi creando  un’efficace decontestualizzazione di scene individuali che appartengono ad un vissuto più vasto: alla storia del popolo italiano e sammarinese.




"L’altro che è già entrato nelle nostre comunità, l’altro che chiede di entrare, l’altro che vive nei paesi dell’Asia, dell’Africa e dell’America latina è una persona, è uno come noi che cerca di costrui- re un suo progetto di vita e contribuisce al cammino di tutta l’umanità. L’incontro con l’altro è re- lazione, rapporto, conoscenza reciproca, ed è soprattutto possibilità di riconoscersi contempora- neamente tutti simili e diversi: simili in quanto espressione dell’unica matrice ontologica e diversi in quanto risposte originali, libere e plurali, frutto di scelte culturali, sociali e religiose."  Mario Contini Junior


IVO  BATOCCO   -  LA ROTTA DELLA SPERANZA 
Museo di Roma in Trastevere
dal 9 novembre fino all'8 dicembre 2013
http://www.museodiromaintrastevere.it
http://www.ivobatocco.it