martedì 11 marzo 2014

Le metamorfosi e il simbolo animale


Vettor Pisani 

"Le metamorfosi e il simbolo animale"la mostra  a cura di Graziano Menolascina presso Spazio Nea di Napoli, quattordici artisti di fama  internazionale raccontano le metamorfosi dell’ "uomo umano". le opere di Vettor Pisani,  Mattew Barney, Robert Gligorov,  Yo Akao,  Franco Menolascina,  Andrea Fogli,  Michele Cossyro, Maurizio Savini, Danilo Bucchi, Matteo Basilè, Urs Luthi, Jan Van Oost, Yasumasa Morimura restituiscono una visione dell’animalità come fenomeno  con  la sua simbologia slegata da ogni preconcetto sociale.



URS-LUTHI

La metamorfosi, ovvero la possibilità di mutare il proprio aspetto fisico e la propria personalità,ha da sempre esercitato un fascino particolare sull’immaginazione dell’uomo,che di volta in volta l’ha interpretata in modi diversi, vedendola ora come spazio di libertà e via di fuga da una condizione troppo rigorosamente definita, ora come disumanizzazione e perdita della propria identità, ora come mezzo per far emergere una parte nascosta del proprio io. Non a caso questo tema attraversa tutte le epoche ed è presente in tutte le manifestazioni del pensiero e dell’immaginazione, dalle arti figurative alla letteratura.


MATTHEW-BARNEY



"... quando anima e corpo sono insieme, all'uno la natura prescrive di servire e di obbedire, 
all'altra di comandare e di dominare. 
Di conseguenza, quale dei due ti pare sia simile al divino e quale al mortale?
 Non pare a te che il divino per sua natura propria sia atto a dirigere e a comandare e 
il mortale a obbedire e stare al suo servizio?" 
Platone, Fedone 


Le metamorfosi e il simbolo animale
Spazio Nea , Napoli 
dal 13 marzo fino al 15 aprile 2014
info: http://www.ilmattino.it