venerdì 26 aprile 2013

FOTO - Reflection






Alessandra Sanguinetti è nata a New York nel 1968 ed è cresciuta in Argentina. Le sue fotografie sono state pubblicate su Newsweek, LIFE, The New York Times Magazine e nel 2007 è entrata a far parte dell’agenzia Magnum.

"Mi sono avvicinata alla fotografia quando avevo circa nove anni, dopo aver visto il libro Wisconsin Death Trip di Michael Lesy. In questo libro vidi una fotografia di una bambina morta in una bara e di una donna anziana, con tantissime rughe, che pareva avere duecento anni e mi resi conto che anche io sarei morta un giorno e che se non fosse stato per quelle fotografie io non sarei mai venuta a conoscenza dell’esistenza di quelle persone. Così, chiesi di avere una macchina fotografica e documentai tutto ciò che per me era importante, accertandomi che niente e nessuno venisse dimenticato. ( ...)Non avevo mai pensato alla fotografia come a una possibile professione, o come qualcosa a cui dedicarmi sul serio, fino a quando non iniziai a studiare qualcos’altro, ovvero antropologia, e mi resi conto che ciò che mi piaceva di più fare all’università era scattare ritratti di altri studenti. Fu così che iniziai a frequentare un workshop a Buenos Aires, dove incontrai il fotografo Martin Weber, che ora è mio marito, che ha trasformato la mia vita, e mi ha ispirata, influenzata e guidata in tutto il mio lavoro." Alessandra Sanguinetti