giovedì 23 febbraio 2012

Paco Roca-Rughe

Storia toccante sull'alzheimer

Successo storico per il cinema di animazione e il fumetto: 'Rughe', lungometraggio tratto dal graphic novel dello spagnolo Paco Roca, ha vinto due premi Goya (il piu' importante riconoscimento cinematografico spagnolo), come miglior film d'animazione e come miglior adattamento. 'Rughe' ha superato nomi del calibro di Pedro Almodovar (con 'La pelle che abito'), Iciar Bollain ('Katmandu''), Benito Zambrano ('La voz dormida').




Emilio, un anziano direttore di banca affetto dal morbo di Alzheimer, è ricoverato dalla sua famiglia in una residenza per la terza età. In questo ambiente, egli apprende come convivere con i suoi nuovi compagni e con gli infermieri che li accudiscono, cercando di non sprofondare in una morbosa routine quotidiana.

La lotta contro la malattia è sorretta dalla volontà di mantenere la sua memoria e di evitare di essere portato all'ultimo piano, quello del non ritorno. La mancanza di memoria dai ricordi alle cose più semplici, come il saper mangiare o il vestirsi la mancanza di contatto con la realtà, il disagio dei famigliari e dei pazienti nei confronti della malattia, sono descritti con un misto di umorismo e commozione.