lunedì 5 marzo 2012

Wole Soyinka poeta nigeriano a Dedica



Wole Soyinka , poeta, drammaturgo fra i maggiori di lingua inglese, narratore, saggista, docente universitario e primo africano ad aver ricevuto il Nobel per la letteratura nel 1986. Pensatore
indipendente, armato di una prosa lucida da decenni si batte per portare la democrazia e il rispetto dei diritti umani nel suo Paese come altrove è il protagonista della diciottesima edizione di ‘Dedica 2012′.
La rassegna, promossa dall’associazione Culturale Thesis, si terrà a Pordenone dal 10 al 24 marzo.
Il festival presenterà al pubblico un percorso costruito attorno a un autore di grande prestigio, Wole Soiynka, al quale si affiancheranno personaggi di spessore internazionale, espressioni delle diverse declinazioni artistiche .



"Bisogna fare un primo passo, dare l'esempio e tracciare il cammino della redenzione umana. Se una Comunità agisce opponendo a tali violazioni un rifiuto morale universale, ovvero se si spinge oltre la mera condanna – che non manca mai – e supera la retorica, altre comunità potrebbero sentirsi spinte dalla vergogna a emularle. Se cominciamo a stabilire un minimo comune denominatore oltre il quale la comunità umana rifiuta di farsi trascinare, qualunque siano le circostanze, potremo pian piano ascendere a zone più elevate, che abbracciano quel valore per cui ogni vita è a tutti gli effetti uguale a ogni altra, per sacralità e dignità, senza distinzione di età, di sesso, di razza, di scelte sociali o di convinzioni religiose. Per il momento, lasciamo che gli indifesi e i vulnerabili siano considerati non solo uguali, ma più uguali, per rispetto e per diritto, del resto dell'umanità."
Traduzione di Alessandra Di Maio



http://www.dedicafestival.it